Fanfiction

Menta

«La sensazione di leggerezza che devono provare gli uccelli secondo me è qualcosa di magnifico, non pensi?» domanda gentilmente Ran sfoggiando un sorriso caloroso
per il piccolo Conan tutto intento ad osservare una coppia d’uccellini che volteggiano nell’aria.
«E’ vero, deve essere magnifico essere così leggeri, così liberi e tranquilli». conferma Conan con leggerezza studiando le evoluzioni dei due animali.
Liberi e senza doversi nascondere, è così che vi piacerebbe vivere, no?Ammettilo che è un desiderio che non ha solo Ai, riconosci che non appartiene solo alla tua amichetta quell’angosciosa necessità di respirare aria pulita, di respirare e camminare sulle proprie gambe, quelle che ti identificano come diciassettenne.
Da quando fa quei pensieri? quand’è che ha cominciato a pensare di escludere Ran da un suo eventuale futuro?
Ah, già: i suoi inseguitori.
Improvvisamente il bambino si scuote da quei pensieri ansiogeni per precipitare in una realtà forse peggiore.
Gli uccelli si sono posati sul marciapiede di fronte al loro, quando dal nulla…
«Oh no, hai visto, Conan?Sembravano così felici quei due uccellini… »chiosa Ran con evidente rammarico per la prematura fine dei piccoli piumati nello stomaco d’un grosso gatto nero di passaggio.
L’Edogawa deglutisce rumorosamente, sopra a un ciclo della natura – la normalissima catena alimentare- la sua fantasia ha ricamato davvero troppo portandolo a vedere simbolismi inesistenti.
O almeno ci spera, dato che certamente i gatti che lo aspettano dietro l’angolo non sarebbero stati certo gentili con lui e l’amica bionda.
Amica bionda che in quel momento gli sta venendo incontro al seguito del Dottor Agasa.
Si sarebbe mai attenuata quella sensazione d’invitabile che gli chiude lo stomaco se ripensa a tutti i possibili risvolti della sua battaglia coi MIB?
Ai sembra solo interessata a ciò che si cela dietro le iridi cerulee del compagno di scuola, cui s’avvicina con fare teatrale fino a fermarsi abbastanza vicino  da sfiorarne il naso col proprio.
«Conan?»
Uhm?
«Qualsiasi scemenza stia ottenebrando il tuo povero cervellino, fattene una ragione:non accadrà mai.»
«A che cosa…»
«Mi hai presa per scema, Conan?»
E che deve dire, pure di sì?
«…»
La bionda ghigna e lo tira verso il chiosco di gelati cui si stanno dirigendo Mouri e il Dottore.
Riprendono a parlare dopo aver ritirato il loro cono.
«Ecco, diciamo che averti tirato dentro ai miei disastri farmaceutici mi ha convinto che ogni vita merita il rispetto massimo, ho visto morire troppe persone»asserisce la scienziatina con un fievole sussurro tirando un po’ in disparte il detective.
«Ai, andiamo a casa,hai i compiti da finire!»
Toh, Agasa la sta cercando.
«Ah, Kudo… »
«Sei sporco di menta…»
Il fatto che il piccoletto sia diventato cianotico e il pensiero delle labbra di Haibara sulla sua guancia gli impedisce
di replicarle per tempo che ‘disastri farmaceutici’ non è l’esatta definizione per l’APTX
non indica nulla.
Come non indica nulla che quella sera Haibara riceverà un sms particolare.


Io non ero sporco di menta!

E cosa rispondere?
Haibara studia i caratteri un po’ perplessa, poi schiaccia alcuni tasti e invia la sua risposta nel dopocena.

Come se non lo sapessi …

Quindi mi hai preso in giro!

Ma nemmeno per idea.

E allora perché l’hai fatto?Per la tua brillante idea ora Mouri mi ha chiuso in casa credendo che io abbia la febbre, talmente…!

Quei puntini di sospensione segnano la mia vittoria,Kudo.
E il fatto che tu la chiami Mouri e non Ran come faresti di solito mi compiace e gratifica oltre ogni tua immaginazione.

Guarda che non sei al centro del mondo, i miei sentimenti li gestisco io!

Hai delle belle pretese…

Al leggere quell’ultimo messaggio,Shinichi Kudo sogghigna.

Ne sono consapevole,sì.

Questo sarebbe il tuo contorto modo per dirmi che… ?

Questo è il mio modo contorto per dirti quello che a qualcun altro non posso più dire proprio a causa tua.

Kudo,questa dichiarazione è patetica quanto te.

E’ un sì?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...