Fanfiction

L’onore e l’oltraggio

Ti mordi l’interno della bocca per impedirti di fare qualcosa di sciocco.
Ogni volta che guardi Robert Baratheon non fa che acuire il disgusto che senti e ti brucia le membra come veleno.
Disgusto.
E’ una scena patetica: quel gran suide ha osato schiaffeggiarti.
Sente dolore, dolore fisico.
Fa male camminare sui cocci dei propri sogni e se avessi sposato Rahegar tutto questo non sarebbe mai successo.
Volevi solo essere felice.

Odio.
Per il Re, per i suoi amici e per i tuoi nemici: ne hai in abbondanza.
Hai gli occhi ardenti per la rabbia, le tue sopracciglia son piegate in un glifo crudele quanto il sorriso che ti si dipinge sulle labbra.
Sei livida per la collera.
A lui la spada e l’onore, a te il parto e l’oltraggio.
Arricci le labbra pregustando il peso di ciò che l’orgoglio e la rabbia ti faranno dire di lì a poco.
E’ giusto spezzare i sogni di quel beota che si è preso gioco di te pensando che fossi solo un oggetto ubbidiente pronto a compiacerlo.
E’ soddisfacente macchiare il Trono di quell’uomo con il tuo veleno, non può essere solo la tua anima a lacerarsi per il dolore e la delusione.
Fingi di ascoltare quella vaga tiritera con retrogusto alcoolico su quanto sia stato deludente e scorretto che lei abbia guardato troppo negli affari del Re e del Primo Cavaliere, quanto sia poco onorevole e adatto per una donna l’impicciarsi nelle riunioni dei potenti o farne menzione non esaltando le capacità del proprio Re e marito.
Senza contare che dopo lo sproloquio sulla convenienza il Re aveva affermato qualcosa che lei ha colto con molta soddisfazione personale:”Avresti preferito lui! Sei una puttana!”
Ridi a quelle parole.
Ti devi sentire apostrofare come una donna del volgo da un uomo che è talmente cieco, pieno di boria e grasso da non saper nemmeno più onorare il proprio letto e la donna che ha preso in moglie.
Comprato sarebbe un termine più veritiero.
All’ennesima nomina di Ned Stark replichi sentendo la soddisfazione liberarti i polmoni.
“ALMENO LUI MI AVREBBE ONORATA!”
La sberla che ricevi ti lascia cadere sul vostro letto.
Sua Maestà abbandona la stanza, probabilmente ha fame o vuole bere.

“CHE SIA PORTATO DAVANTI AL RE, AL TEMPIO DI BAELOR IN MODO CHE SIA PRONUNCIATA LA SUA CONDANNA!” sentenzi con voce stentorea e chiara.
Tuo figlio Joffrey ormai occupa il Trono, Robert non è più nei tuoi pensieri.
Guardi Ned Stark dritto negli occhi mentre viene trascinato via verso la piazza.
Un uomo del Nord, un uomo giusto, Primo Cavaliere del Re.
Non lo avrai mai, non fa per te.
Non ha nessun senso anche solo accarezzare quel pensiero proibito e che resterà sempre tale.
Probabilmente ti avrebbe onorata davvero.
L’ascia del boia cala sul collo di Eddard Stark.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...