recensioni

Staying Strong

demi_lovato_desktop_background__11_by_stay_strong-d5fisy1

Credo che ognuno di noi incontri per la sua strada un libro che lo costringe a fermarsi e riflettere sulle piccole cose dell’esistenza, quelle che poi ci fanno in realtà stare bene e rendono ricca la vita umana e abbassano il livello di importanza delle nevrosi quotidiane.
Nel mio breve cammino di lettrice mi è capitato di snobbare diverse autobiografie di personaggi che ho anche amato e su cui ho fangirlato.
Di norma non amo questo genere di letture perché tutte fotocopia, con uno stile piuttosto simile e fin troppo autocelebrativo, talvolta persino arrogante nel descrivere il personaggio protagonista.
Mi è capitato, quest’estate in vacanza, di notare su uno scaffale, il libro “Staying Strong- Le parole che mi hanno dato la forza” di Demetria Devonne Lovato, una scanzonata texana partita da Disney Channel per arrivare a fare tour mondiali.
La biografia, voi direte, perché hai ritenuto di dover spendere diciotto euro per acquistarla?
Inizialmente non lo sapevo, avevo paura di pentirmi dell’acquisto, sarò onesta.
Ho capito cosa mi ha convinta alla spesa nel momento in cui l’ho aperto.

  1. La struttura: è un diario di 365 giorni, non credo che tutte le biografie siano organizzate così.
  2. La prefazione nella quarta di copertina: contiene in parte un breve sunto della storia di Demi e dei problemi che ha superato e quelli contro cui ancora combatte, e poi spiega perché ha sentito l’esigenza di dover scrivere il libro chiedendo aiuto a una giornalista.
  3. Il momento in cui l’ho acquistato: una delle poche occasioni di vera pace nel corso di quest’anno, ero veramente attratta dall’occasione che la lettura estiva rappresentava.

Ho apprezzato in linea generale l’idea di offrire un supporto alle persone che stanno combattendo contro i loro problemi personali, difficoltà che le bloccano e opprimono impedendo loro di vedere una speranza di miglioramento.
Avendo vissuto personalmente parte dei problemi che ha affrontato Demi mi sono subito sentita vicino a lei quando è emerso il suo ricovero presso una struttura di recupero e mi sono dispiaciuta tantissimo per la sua condizione.
Confesso di non aver capito troppo cosa intendessero tante ragazzine ben più piccole di me quando parlavano di “idoli che salvano vite”.
Poi ho ripensato al senso di smarrimento che ho provato nei periodi più cupi della mia adolescenza e ho ricordato quanto ho apprezzato la mano che la mia famiglia mi ha teso per uscire da quelle orribili situazioni claustrofobiche.
Penso che non potrei essere più grata di avere genitori amorevoli e un fratello vicino con ciò che ho passato, mi hanno impedito di fare tanti errori.
Il libro di Demi offre una parola su cui riflettere, un motivo che, se ben analizzato e condiviso, aiuta davvero a sorridere e a sperare.
Nel testo ci sono, una per ogni giorno, frasi, citazioni e un compito -da interpretare più che come un dovere come un suggerimento, qualcosa da provare a fare per migliorare la propria giornata e darsi  un motivo per provare a prendere in mano la propria vita-.
Sono piccole idee, proposte per il lettore o la lettrice, che dir si voglia.
Le osservazioni stilistiche sono superflue in questo caso, poiché non c’è una vera storia su cui basarmi per analizzare uno scrittore e il suo modo di proporci la realtà e sono superflue quindi osservazioni su eventuali autocelebrazioni ed egocentrismo della persona.
Qui non c’è la storia di Demetra, credo che sia una storia condivisa,una storia di e per tutti fatta di emozioni che abbiamo provato più o  meno tutti nei brutti periodi della nostra vita.
Non c’è compatimento o compiacimento della propria condizione, ma una voglia di accompagnare i propri fan e coloro che sono in difficoltà ad uscire dalla loro condizione negativa, a prescindere dalla gravità del problema.
Le citazioni fanno veramente sentire la tenerezza e il calore di Demi e delle piccole gioie della vita su cui ogni tanto è giusto riflettere.
Io sto apprezzando molto questa idea perché non è lo sfoggio di problemi o drammi personali, ma una proposta per star vicino a delle persone a cui si vuole bene oltre che per star bene con sè stessi offrendosi un attimo di calore e pace avendo un momento tutto per noi.
Penso di non saper esprimere troppo bene cosa sento ogni volta che apro questo libro, lo metto puntualmente nello zaino o sento una canzone di Demetria.
E’ una cosa che scalda il cuore e davvero, penso che ognuno di noi abbia bisogno di sentirsi bene sapendo di avere un simile supporto alle spalle e costantemente con sè.
Certo il libro non è una panacea per tutti i mali, ma è la dimostrazione che non siamo soli, che dobbiamo chiedere aiuto quando ne abbiamo bisogno e non demoralizzarci mai, anche nel momento in cui tutto sembra peggiorare.
Trovo sia una delle dimostrazioni di affetto e solidarietà più sincere che abbia mai visto e che sono, in ogni caso, fiera di aver acquistato.
Lo consiglio?
Sì, a me ha dato molto conforto e mi fa sentire bene, arricchisce la mia giornata e la completa insieme alla mia mamma, il mio papà, mio fratello e a tutte le cose belle che trovo e imparo.
E’ un gesto per dimostrare che nessuno è solo e ognuno può migliorarsi, crescere fino a star bene con sè stesso e provare a vedere qualcosa di bello in sè e negli altri ogni giorno.
Vorrei ringraziare Demi per aver pensato di volerlo scivere, ecco.
Se qualcuno volesse dirmi cosa ne pensa sono aperta alle opinioni altrui, come al solito.
Vorrei ringraziare, ultimi ma non per importanza, i miei 22 followers: siete magnifici, sul serio.
VVB di cuore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...