recensioni

007 Spectre (Scappate se a vostro fratello piacciono le piovre)

spectre-teaser-6bMi sono sentita di recensire in maniera pressapochistica il nuovo film di 007, ovvero Spectre, quindi oggi ragioniamo un attimo in modo più articolato su questa strana pellicola.
Io sono una appassionata di James Bond essendo partita dai libri, a scoprire questo personaggio meraviglioso e sfaccettato come pochi.
James Bond è una saga con molti pregi e anche molti difetti, ma la miniserie in cui si è inserito Daniel Craig come attore di punta insieme alla combo “Ralph Fiennes+Naomi Harris+Ben Wishaw” è qualcosa che penso meriti una discussione a parte rispetto agli altri film, dato che parliamo semplicemente di un’epoca, di effetti speciali, di un contesto storico differente dalla mondo spionistico degli ultimi tre film in continuo contrasto con la diffusione sempre più capillare della tecnologia e problemi connessi.
As usual analizziamo la trama, e da qui in giù cominciano gli spoiler, seppur pochi e sparsi, riassuntivi.
La storia è:007 ha un fratello adottivo, suo fratello è pazzo, suo fratello uccide suo padre e diventa un supercriminale per motivi che sfuggono ai radar.
Fin qui niente di nuovo nei film di James Bond, ogni cattivo vuole dominare il mondo e James lo deve fermare.
Di contorno troviamo alcune tematiche che sono davvero importanti, come le conseguenze dell’uso sempre più massiccio dei mezzi tecnologici nella nostra vita, quanto è necessario sorvegliare o essere sorvegliati, che limitazioni della nostra privacy possiamo accettare e soprattutto cosa sia la democrazia in un quadro dai margini così confusi.
Fra i personaggi spiccano Bond (Daniel Craig),Moneypenny (Naomi Harris), Q (Ben Wishaw) , M (Ralph Fiennes), Madeleine (Lea Seydoux).
Dovendo essere schietti in molti han fatto paragoni con film precedenti di 007 o altri attori ma qui mi asterrò dal farne, almeno per il secondo caso.
Skyfall è il primo film che sono sicura chiunque ha rievocato alla mente dopo aver visto questa pellicola, e il confronto depone a favore di Skyfall per un punto solo ma secondo me essenziale:la semplicità, semplicità nelle inquadrature, nel dipanarsi della trama, nelle scene d’azione, nel recitare, nei legami fra gli attori…
Con Quantum of Solance e Casino Royale abbiamo un confronto che fa dare pollice su a Spectre, per migliori effetti speciali, più azione, meno Bond girl morte onscreen e siamo posto, direi.
Oggi facciamo una bella lista coi quadratini, almeno non ci perdiamo nello spiegare perché questo film ha diversi difetti.

  1. La trama: è già vista, rivista e vista ancora, senza andare a pensare ai primi film a tema Spectre, prendiamo Capitan America The Winter Soldier, tratta lo stesso tema con un’organizzazione per altro dal logo molto simile, o sbaglio? No, so che non sbaglio.
  2. Il doppiaggio: qualcuno davvero non ha pensato di imbavagliare la Bellucci? Sono sicura che a qualcuno ha dato fastidio sentirla parlare snaturando tanto il proprio personaggio con un accento straniero tanto pesante, e nemmeno minimamente adeguato a Donna Lucia. Era orribile da sentire e stridente!Insomma, bocciato.
  3. Le scene d’azione:alcune erano davvero pessime e davvero troppo lunghe, superflue. C’erano circa quaranta minuti di troppo.
  4. La gestione della trama: c’erano dei risvolti complessi e che avrebbero potuto avere un risvolto profondamente interessante.
    Il fratello andava ucciso, su questo non si discute e l’evoluzione di 007 è un po’ come quella della Brutasha in Age Of Ultron, di primo impatto innaturale,seppur comprensibile e in realtà piuttosto sensata.
    Quella di James, però, nel finale, è stata completamente sprecata con quella demente nevrastenica del personaggio della Seydoux.
    Piacerebbe a tutti vedere un Bond con la sua girl definitiva, finalmente lontano dal pericolo, dalle pallottole, dalla morte. Ma lui si rende conto che non è possibile, che non sarebbe sè stesso altrimenti.
    Però non mi quaglia lei, non ci posso fare niente. La chiamiamo sindrome da Brutasha offscreen?
  5. Il personaggio della Bellucci, completamente inutile.

I pregi? Cacchio se ce ne sono, e sono chilometri di pregi.

  • Set straordinari, set straordinarissimi e makeup di gran valore, curati al dettaglio più minuto e penso che davvero, da questo punto di vista non avrebbero potuto fare di meglio in questo settore.
  • Daniel Craig: è un ottimo Bond, un Bond che cresce,si evolve e prende coscienza di quanti in realtà gli vogliano bene davvero, in primis Q che ha una chilometrica, sfacciata cotta per Bond e lui ricambia, sotto sotto -ok, questo è personale, fregatevene- perché scopre quanto sia legato al piccolo topolino nerd che vediamo ben più schietto, vivace e sincero.
    Ci piace, lo vogliamo così.
    La chimica fra Bond e Moneypenny è straordinaria, innegabile e meravigliosa, sono una brotp stupenda e per inciso secondo me si stava facendo 009 o M.
    M, tu in realtà vedi Bond come un figlio e lo sappiamo, lo sappiamo che sotto sotto ti faresti scuoiare per lui, ci sappiamo e per questo ti adoriamo: sei il vero eroe di questa storia, quello che combatte per qualcosa in cui crede a dispetto dell’impossibilità apparente di farcela! Siamo così orgogliosi di te che potrei piangere, davvero! Hai dimostrato di essere un M e un leader straordinario,schietto,sicuro e fieramente consapevole di avere fiducia e rispetto dai tuoi agenti. Grazie! Grazie! E ricordati il compleanno di Moneypenny, oppure continuerà a farsela il tuo collega novellino.
  • la musica: Smith, non so chi ti ha creato e chi ha messo in piedi quella figata di sigla, ma è stata una gioia per gli occhi, una piccola perla all’altezza di Skyfall, ma con un po’ di tentacle che non guasta mai, pare. Non so nemmeno come dirlo, ma dovreste fare un monumento a chi l’ha creata.
  • sceneggiatura:amatela, perchè l’umorismo che la contraddistingue, insieme a una vena di amarezza, sfrontata ironia, coraggio,spontaneità, parolacce, e anche una delicata dimostrazione di romanticismo e sentimento, dubbio e tanto,tanto Vodka Martini agitato non mescolato ad innaffiare il tutto.
  • Q e M meritano una menzione ulteriore per la loro caratterizzazione singola che emerge prepotente per fantasia,fiducia,complicità insieme al vostro talento. Siete bravi,siete bbelli.

Il film va visto, non ci sono santi che tengano, aldilà forse dei denti della Lea transalpina, ma dovete vederlo davvero perchè merita, è davvero un bel film.
Pecca probabilmente di pretenziosità, ma votiamo e diciamo che otto lo merita, su dieci e anche un applauso.
M,sei il nostro eroe.
Ma non tirate mai più fuori Judi Dench! Non fatelo se volete vivere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...