Fanfiction

Epifania

 

tumblr_nzksdtnDKP1tk6p60o1_500
Si ringrazia per l’immagine il blog: http://wandabarnesx.tumblr.com/

 

 

“Ora sei contento?”domandò Wanda”ora che hai costretto il tuo migliore amico a perdere sé stesso …ti senti meglio?”continuò dura”sono curiosa di capire come funziona la mente di voi buffoni con le mostrine,sai? Per te gli amici sono finiti contro gli amici,i mariti contro le mogli,i fratelli contro i fratelli,i padri contro le madri”continuò avanzando a braccia conserte,bella nel giacchetto rosso fiamma”come ti senti…bene?”.
“Non ho chiesto niente a nessuno”.
“No?Nemmeno io ho chiesto di prendermi cura di mio marito perché è diventato cieco sul campo di battaglia,nemmeno io chiesto di dover contare i cocci di bottiglia della vita di un uomo che ha trent’anni più di me e ne ha passate più di tutti noi,per quelli come me,quelli come te” il suo tono si inasprì”tu hai chiesto all’unica persona che non avrebbe rifiutato e non avete pensato alle conseguenze,a quanto limitata fosse la vostra visione”disse e si morse il labbro”nessuno merita la morte,nessuno merita l’abbandono o la prigione”allargò le braccia”ma ognuno deve pagare i propri errori”.
“Perché hai sposato quell’uomo,allora?”.
La mora soppesò le parole:”Anthony Edward Stark mi ha protetta,mi ha dato un tetto sulla testa,un posto in cui tornare,mi ha dato una vita che posso occupare come voglio e desidero”elencò”mi ha dato,nei suoi limiti e opzioni,la mia libertà senza chiedere niente in cambio”si strinse nelle spalle e sorrise dolcemente”l’amore può manifestarsi in molte forme,per me è l’aver cura degli altri”riconobbe”per Anthony è la cura della libertà,sono due cose che si somigliano,non pensi?”.
“Sei venuta per dar tempo agli agenti della Romanoff si rinchiudermi in manicomio?”domandò Bucky.
“Ti aiuteranno,non è un manicomio qualsiasi e dovresti fidarti di più della tua ex moglie”.
“Uccide per sport”.
“Anche tu,e son venuta qui disarmata”replicò la Maximoff.
“Non è una cosa saggia,ma tu sei più fortunata di me,probabilmente lui ha il cervello incasinato,ma probabilmente ha il cuore al posto giusto”.

“Come lo hai …deciso che volevi sposarlo?”.
La ragazza si sedette sul terreno.
“È una storia davvero strana,era una serata buia e tempestosa in cui avevo dimenticato l’ombrello e lui mi è apparso alle spalle” raccontò”era… Un periodo difficile,ero terrorizzata e non volevo vedere nessuno,ero in un gorgo di ansie e fobie da cui pensavo non sarei uscita,il funerale di Pietro e gli accordi non contribuivano alla mia serenità di giudizio,ero sbronza”disse e oscillò sui piedi”era ubriaco anche lui e ed era ubriaco e fatto,non sapeva nemmeno chi fosse,ma ha aperto l’ombrello”specificò”ha aperto l’ombrello e sorriso ,dicendomi -perché senti freddo,Trilly? Peter Pan ti da un passaggio,anche senza polvere volante-“proseguì”ho pianto tutta la sera”.
Si sfregó il naso:”Ho pianto sulla sua spalla la mia paura,la mia impotenza in un mondo per me troppo grande,di equilibri che non capivo e situazioni che davvero non riuscivo a gestire coerentemente,ho dato sfogo al fatto che avevo solo ventidue anni e tremavo per le ombre sui muri anche se erano solo attaccapanni”.
“E lui era lì a guardarmi e mi ha detto -io voglio che la tua paura più grande sia essere bocciata al college,voglio che il tuo terrore sia un appuntamento importante e tu sia bellissima e non tremante,non si fanno bene gli appuntamenti se si trema di terrore”puntualizzò “ci addormentammo sul divano,mi svegliai la mattina dopo e sul tavolo c’era una farinata d’avena con bacon e uova e un biglietto -tentiamo questa battaglia per uscirne insieme – e il giorno dopo si stava già facendo ricoverare per una crisi d’astinenza da alcool,io ho ripreso con la mia psicologa”svelò”non è facile stare un vicino a un drogato,a un alcolista e amarlo quando beve,amarlo quando ti si rivolta contro alla minima parola e ha crisi di panico e pianto appena respira,ma …abbiamo vinto la nostra guerra “sorrise”io l’ho sposato perché il miglior soldato che si possa desiderare, è quello che le armi non vuole impugnarle”.
“Quello non è un soldato,è un martire”precisò James.
“I martiri han vinto la guerra trovando la pace”rispose Wanda”che per quanto sia un concetto aleatorio, è un concetto di cui abbiamo bisogno tutti,senza distinzione,ti auguro di trovare la tua”.
“Come puoi farti toccare da un uomo che vendeva armi e ha bombardato la tua città?”domandò ancora il Soldato.
“Non lo ha fatto,non ha mai fatto niente,era…un piccolo scherzo di quel burlone di Ultron,ma è inutile che ti spieghi chi sia,probabilmente capiresti la metà di quel che ti direi e la metà di quel che capiresti lo capiresti male”disse”dicevo…sono stati due anni di vero martirio psicologico e fisico,ma ho imparato dove e come chiedere aiuto,ha imparato anche lui e alla fine del tunnel ci siamo semplicemente accorti che con un mucchio di scuse,abbiamo continuato a camminare mano nella mano per…della farinata d’avena,che è felice di vedermi,credo”sorrise”buona fortuna,ecco,so cosa vuol dire aver e la mente nelle tue condizioni”concluse semplicemente”ti aiuteranno persone competenti che hanno aiutato me”.
Tornò alla Torre,gli agenti fecero irruzione.
Wanda se ne andò con quel rombo nelle orecchie e trovò Tony ad aspettarla.
“Non ti ha torto un capello,immagino”la abbracciò”io…”.
“Si,lo so ma non mi ha toccata”.
La baciò.
“Sei pentita della tua scelta?”.
Glielo domandava ogni volta.
“Di una cosa si,effettivamente “rifletté la Maximoff ed estrasse un involto dalla borsa”non è proprio lo stesso ombrello,ma quando ci ho visto su la farinata d’avena di Mulan…”
“Buon anniversario”.
Era un ombrello del merchandising Avengers,con su lei.
Lo aprì e sorrise.
“Grazie ,è bellissimo”commentò felice”come va oggi?”chiese.
“Bene”esclamò contento iniziando a raccontare tutto quello che aveva inventato progettato e costruito nella settimana con lei che si fermava stupita a fare domande su tutto quello che le veniva in mente.
Giunse l’ora di cena.
“Sai che è Epifania,oggi?”domandò Tony”avevo l’ufficio pieno di calze,Pepper diventa una piaga con queste feste”.
Risero entrambi.
“Beh,come regalo di anniversario cinque anni senza nemmeno un crodino e la guarigione dalla claustrofobia mi paiono ottimi regali”propose la mora dandogli un bacio”e se ho la possibilità di dire oggi che son guarita,che ho vinto la mia guerra e la nostra,è merito tuo”.
“Vorrei poterti vedere esattamente”le mise le mani sul viso”le tue espressioni di gioia sono le mie preferite”.
La ragazza gli baciò il palmo della mano e la pose sul proprio viso,lasciando che delicatamente esplorasse e si facesse un’idea di come si stesse muovendo l’apparato muscolare del suo volto.
“Andiamo a frugare se quest’anno abbiamo ricevuto del carbone o le caramelle?”propose allegra.
Si spostarono davanti al camino del salotto e Tony si era persino regalato una propria personalissima calza con il casco di Iron Man impresso in 3D,la prese e la svuotò sulle proprie ginocchia toccando i pacchettini.
“Caramelle,sono stato un bravo bambino,pare”rise”tu che hai ricevuto?”chiese alla Maximoff.
La mora guardò perplessa i piccoli involti.
“Cioccolato,vuol dire che sono stata buona o no?”chiese curiosa”in ogni caso è ottimo”approvò assaggiandolo “che tipo di caramelle hai ricevuto?”indagò.
Tony ne inghiottì una manciata:”Smarties direi”replicò”e ottimi ,Smarties,ma facciamo cambio? Una confezione di smarties per una stecca di cioccolato?”chiese contento.
“Uhm,mi sa che mi conviene e ci possiamo mettere d’accordo,perché voglio anche un blocchetto di torrone alla menta”ribatté dando il via a una contrattazione che era ben più che rituale,era un’occasione per perdere del tempo a discutere,giocare,rilassarsi e condividere un momento semplicemente intimo e personale.
“Non ci vedo più ma per gli affarri ho ancora un ottimo occhio”valutò civettuolo Tony succhiando due ore dopo un grosso pezzo si carbone e macchiandosi di nero le labbra.
“Avevi una calza più piena della mia,mi pareva giusto ridistribuire…da quella di Pepper”rise Wanda baciandolo”mi piace il sapore che ha il torrone sulle tue labbra”gliele accarezzò col pollice”ti ho sporcato di rossetto,scusami”ridacchiò leggera insieme a lui che la baciò a propria volta.
“Sai,credo sia l’Epifania migliore del mondo”disse il miliardario.
“Anche io”gli baciò la mano”ma ho detto una piccola bugia a Bucky,temo :non ti ho sposato perché hai una vocazione di soldato,di guerra o pace che sia”rifletté”ti ho sposato perché tu,nel senso di te come persona,te in tot…”prese una pausa”hai una grande vocazione di essere umano:la capacità di insegnare cosa vuol dire,agli altri,essere liberi”.
“Io in realtà ti ho sposato perché me lo hai dimostrato per prima tu”la baciò e la strinse a sé.
“Siamo ottimi maestri,pare e pessimi alunni,sembra”sorrise Wanda”Buona Epifania”.
“Buona Epifania”.

Annunci

2 thoughts on “Epifania

  1. Lo strano momento in cui leggi ” ”era ubriaco anche lui e ed era ubriaco e fatto,non sapeva nemmeno chi fosse,ma ha aperto l’ombrello”specificò”ha aperto l’ombrello e sorriso ,dicendomi -perché senti freddo,Trilly? Peter Pan ti da un passaggio,anche senza polvere volante-“ ” e pensi che solo Tony può essere così stupidamente altruista da coprire con l’ombrello una ragazzina che lo odia anche mentre è fatto.

    ”io l’ho sposato perché il miglior soldato che si possa desiderare, è quello che le armi non vuole impugnarle”. QUESTA FRASE. QUESTA FRASE DIVENTERA’ LA MIA FILOSOFIA DI VITA IERI.

    La parte in cui si dividono i dolci è dolcissima, ed entrambi si meritano quella dolcezza con tutto il cuore.

    Questa storiella è adorabile, molto semplice e piena di dolore ma di speranza. La trovo perfetta per le feste *O*

    1. *manda amore e cuoricini* hai commentato le parti che amo di più della fanfiction lol.
      Adoro la visione di Tony che mi hai lasciato e lo adoro con Wanda, l’idea di Tony cieco-un uomo che dato il lavoro che fa ha fra i sensi essenziali la vista- guidato da una persona che potrebbe tradirlo e distruggerlo in ogni momento eppure decide di cambiare con lui è qualcosa che amo.
      Come le tue recensioni, le amissimo e ti ringrazio dal più profondo del cuore per aver notato la frase >///>, che penso sia un po’ il fulcro dell’agire di Iron Man.
      Grazie <3.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...