recensioni

Star Wars: Rogue One

darth-vader-star-wars-rogue-one-revealParliamo serenamente di questo film: Star Wars è una saga che ha influenzato tutta la storia del cinema, della comunicazione, dei media.
Star Wars mi piace, non fraintendetemi e non sono andata al cinema del tutto digiuna.
Poi c’è Rogue One, e Rogue One è una merda.
Se vi sentite offesi da questo parere,suggerisco di interrompere qui la lettura della recensione,anche perché potrebbe contenere spoiler.
Detto ciò,miei prodi assaltatori imperiali, analizziamo la trama: Tizio ha una figlia con una Tizia, Tizio si è rifugiato su un pianeta lontano lontano perché non voleva progettare una super arma per l’Impero.
Impero trova Tizio, lo richiama all’ordine, Tizia muore perché è stupida, Cosina,la figlia, scappa e sta in un buco.
Dal buco, dopo un periodo imprecisato di tempo,la tira fuori un tizio grande,grosso e nero.
Cosina finisce in un campo di lavoro,ma la ribellione la salva, vogliono Tizio e Amico Groso Nero, li trovano, bum, camei vari, bum finale.
Il problema principale di questo film è che non esiste un focus preciso e degno su personaggi, sulla storia, sui passaggi logici, nemmeno nelle inquadrature, nessun motivo per affezionarsi a chichessia.
La prima parte del film si impernia sugli effetti speciali,sostanzialmente, di cui si fa un uso esagerato che ferisce gli occhi e funge da tappabuchi: non posso vedere due minuti di esplosione planetaria, perché sinceramente non me ne frega niente! E’ Star Wars o Superquark?
Ci sono laser (e chi non ama i laser se vede Star Wars?) , flash, pianeti, navi mastodontiche che appaiono in modo così comico e con rumori da macina-caffè da disturbare e distrarre.
Il problema è che non saprei nemmeno riassumervi cosa succede nel primo tempo di questo film, perché non succede nulla.
I personaggi sono piatti, bidimensionali, senza humor o spazio adeguato per potersi sviluppare soffocati da una fuga da un pianeta in esplosione che dovrebbe essere un qualcosa di teso,emotivo, velocissimo e intenso (e questo è il primo tempo).
I passaggi logici sono il secondo problema di Star Wars: i salti da un pianeta all’altro verranno affrontati nelle inquadrature/regia, qui voglio soffermarmi sulla debolezza di una protagonista che si ribella senza nessun motivo,subisce una tirata d’orecchie ed è Mary Sue senza ragione, perché di botto tutti decidono di crederle.
Non si vede niente del legame emotivo fra lei e l’amico del padre, non si vede cosa sia successo,che è raccontato in modo affrettato che lo fa apparire come una pezza giustificativa a un enorme, carenza di plot.
I salti da un pianeta all’altro sono tremendi: dico sul serio, sono atroci e fastidiosi. Io ho tollerato il plot di Preacher, ma qui è solo una sequenza di cambi che ha contribuito a irritarmi.
Grazie a Harrison Ford, arriva la seconda parte di film.
Problemi anche qui? Una collezione: di nuovo personaggi schiacciati da una battaglia con effetti speciali di certo ben realizzati, una morte sciapa e nessuna storia vera.
Analizziamo ora. il personaggio del padre di Jean ad esempio, era un uomo che io immagino con un background molto interessante, forte, di coraggio e abnegazione,di crisi di valori davanti a una richiesta di produrre qualcosa di atroce come La Morte Nera.
No, so che è un demente con la barba e il codino che fa l’ingegnere.
La figlia non è interpretata da una attrice incapace, intendiamoci, e nemmeno Diego Luna (Cassis? Non fatemi fare battute gastronomiche) : lei è una specie di novella Katniss Everdeen, dallo sguardo duro, che vuole trovare suo padre e dimostrare che è in realtà un uomo sacrificato che si ribella a suo modo al sistema oppressivo e violento dell’ Impero, e vuole aiutare la causa paterna con un gesto nobile e coraggioso, dopo la dipartita del genitore per colpa dei caccia ribelli.
Bene.
In totale di tre minuti non si è visto niente di questo in modo intenso,capace di creare contatto con lo spettatore, solo il gesto finale e poi… BUM.
Il personaggio di Cassis, era un assassino,un soldato,coraggioso, combatteva da quando aveva sei anni e aveva perso tutto, perché non è stato dato più di trentacinque secondi al suo confronto su questo con Jean?
Vogliamo parlare della chicca di aver rifatto la colonna sonora creditando alla fine il precedente compositore? Perché? Non potevate averne una vostra? Cosa è successo,film? Lucas, ci sei!?
Mi dispiace dover scrivere che questo film aveva tutte queste idee e non si è visto niente o quasi sullo schermo.
Mi dispiace.
E’ una porcheria che non invita a viaggiare con la fantasia in un mondo straordinario, per sostenere la speranza degli oppressi che lottano per la giustizia.
E’ un videogioco per bambini.
Bello, luminoso,sparaflash.
Ma mi ha interessato talmente tanto che stavo shippando Mikkelsen e il governatore. Fate voi.
Voto, come vi aspetterete ora: 6+

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...