recensioni

The Great Wall

maxresdefaultThe Great Wall è la storia di due mercenari che si trovano divisi oltre che dalla loro avidità,dalla Muraglia Cinese, uno dei monumenti storici più famosi di tutto il mondo, una delle Sette Meraviglie e devono difendere il mondo da dei mostri affamati di carne umana.
La trama è più o meno tutta riassumibile in questo, eppure fra tutti i film degli Oscar che potrei proporre, ho deciso di scrivere di Damon in armatura e arco perché aldilà delle pretese degli effetti scenici era semplicemente molto, molto divertente e superbamente esagerato.
La realizzazione e la messa in scena sono coadiuvate e migliorate dalla tecnologia moderna, che rende ogni battaglia enorme, maestosa, grandiosa e ti getta nel mezzo di ogni mischia.
Si apprezza un uso del sonoro adeguato e uno strano modo di dare un tributo a molte arti cinesi, fra cui quella della danza e del tamburo, con cui hanno eseguito coreografie -anche funebri- sorprendentemente leggere e toccanti nonostante la pesantezza e solennità del suono di questo strumento musicale.
Una terza nota positiva sono i costumi, di piacevole realizzazione e idem le ambientazioni, perfettamente realistiche e possibili anche nei dettagli fantasmagorici dei meccanismi di guerra.
Il cast ovviamente pareva stesse improvvisando su un canovaccio, idea che ha dato leggerezza alle interazioni dei personaggi e alla situazioni che vivono mutando il tono sempre sullo scherzoso e il vagamente epico e polemico.
E’ una pellicola leggera e divertente, con un’impressione di parodia e cenno sia a Capitan America che ai legami dell’epica dell’Illiade e Matt Damon tiene decentemente l’entusiasmo e la tensione degli spettatori focalizzata sulla riuscita della missione che si sono prefissati.
Mi piace pensare che perfino il dettaglio delle scene finali, esorbitanti oltre ogni dire, siano in previsione di un videogioco per quanto temo il film si rivelerà un flop perché non ha avuto promozione e la qualità dei dialoghi e delle scene sia volutamente leggera.
Potremmo dire che gli attori hanno capito il tono del film e anticipato il risultato finale? Non lo so, in ogni caso benedico questo ritorno del pacchiano cinematografico che ha deliziato i miei occhi di mostro-cinema-appassionata e di slasher shipper incallita.
I difetti tecnici imputabili ovviamente vanno dagli sviluppi di trama improbabili (un magnete che dovrebbe rendere sordi degli animali) , le risoluzioni insensata e gli sbocchi impossibili (animali che recepiscono randomicamente il lancio di frecce ) , una storia che è ovviamente leggenda e vorrebbe risultare epica negli effetti e d’amicizia sfrontata nella realtà finale.
Potrebbe diventare il nuovo Suicide Squad? Può essere, di nuovo e francamente, Suicide Squad ha avuto più promozione dalle critiche negative che dal cast, ergo Dio benedica il trashume in salsa sino-slash e dico avanti tutta, premiandolo con una piena sufficienza di gradimento: 6+ e sì, se ve lo chiedono rispondete che è una boiata enorme, ma se vi chiedono di andare a vederlo, andate.
Solo per Matt Damon che diventa Capitan America. Andate.

maxresdefault

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...