recensioni

Guardiani della Galassia vol.2 (Spoiler alert)

guardiani-della-galassia-2-poster-facebookPrecisiamo che ho visto circa sette volte senza annoiarmi minimamente il primo film che racconta le avventure di Star Lord, Gamora, Drax, Groot , Nebula e Rocket.
Precisiamo che ho amato come poche cose lo spirito dietro quel film, il concept estetico, artistico, musicale e la scrittura.
Finito con le precisazioni, attacchiamo col seguito dei Guardiani, un banalissimo vol.2, che non svela lo humor, il valore tecnico e lo spirito di questa pellicola che si apre con i Guardiani incaricati di difendere delle batterie del pianeta dei Sovereign, e da lì si proseguirà con le loro rocambolesche avventure e soprattutto disavventure per difendere la galassia dal vero malvagio della storia, Ego, che complotterà per distruggere l’intero universo in modo da renderlo simile a sè stesso dopo aver confessato al figlio StarLord dei crimini orribili.
I motivi per apprezzare questo film sono molti, in primis mi preme citare la comicità: non ho fatto altro che ridere e divertirmi come non facevo da tempo sino alle scene finali, più toccanti e commoventi e ugualmente ben concepite. La scrittura dietro questo film è un mix di humor, delicatezza e vero affetto famigliare, che risalta lo spirito che unisce i Guardiani “Morirò con il più grande mucchio di idioti della Galassia”, riassume bene questa idea di confidenza, cameratismo e vera unione senza la necessità di dover sempre esplicitare tutto, amore incluso.
Mi colpisce sempre la caratterizzazione a tutto tondo dai marginali,ai protagonisti, che brillano tutti in maniera eguale con un lato oscuro, un lato di valore umano vero e una voglia di poter porre rimedio ai propri errori che sono lasciati anche dedurre, allo spettatore e perciò risultano ancora più efficaci nel far capire che dopotutto, aldilà del colore della pelle,delle antenne che si hanno o dei denti in più o peli di troppo,siamo tutti ugualmente umani.
Il secondo punto che mi ha colpito, come nel capitolo precedente, è la concezione estetica e musicale: la colonna sonora è perfettamente ricalcata sulle situazioni, per quanto impensabili,dei protagonisti e aiuta lo spettatore a immergersi in ogni contesto, in ogni emozione che vive il personaggio sullo schermo.
Altro cenno è ovviamente il miglioramento tecnico di scenografie ed effetti, che va di pari passo coi progressi della computer grafica, rendendo ogni scenario spaziale credibile e veramente memorabile.
Tutti hanno subito un upgrade nella strumentazione e nei look,cosa che non ho trovato affatto negativa, soprattutto per StarLord e Gamora.
Menzioni particolari meritano il personaggio di Mantis, creatura aliena al servizio di Ego e col dono dell’empatia, persona di una dolcezza e ingenuità indescrivibili, curiosa, aperta, gentile e fiduciosa e aggiungo, senza nulla togliere ai già presenti pg, Nebula, che svela a Gamora i motivi del suo odio, istigato dagli abusi fisici subiti per mano del padre Thanos.
Ho trovato la sua una figura che racconta un dolore indescrivibile, e nonostante tutto, perfettamente in grado di capire che perfino Gamora, non ha mai voluto farle del male,che voleva vivere come lei, per quanto Nebula fosse destinata a restare sempre al secondo posto ha accettato, capito e creduto davvero, malgrado tutto, che Gamora non provasse alcun piacere nel saperla così sofferente.
Ho trovato la storia nel suo complesso organica, seppur semplice e con pochi plot twist realmente inaspettati.
Dal punto di vista recitativo ho trovato un Chris Pratt nuovamente all’altezza di sè stesso che ha portato in scena un uomo dal cuore veramente puro e gentilmente democratico nel vedere il buono in qualsiasi individuo, che crede nell’amicizia e nei suoi compagni.
Non penso ci sia un lato negativo davanti a tutta questa esplosione di semplice e meraviglioso divertimento, disinteressata amicizia .
Ho veramente amato questo film, che mi ha letteralmente illuminato la giornata in un periodo buio come il fondo della galassia.
Chiedo solo una cosa: regalatemi un baby Groot che non capisce un cavolo di quello che gli si dice, lo voglio da coccolare fino alla fine dei tempi.
Qualcuno ho letto nel web che accennava a un eventuale personaggio gay nel team dei Guardiani, ed effettivamente trovo questa ipotesi piuttosto affascinante, considerate le premesse di questo secondo episodio, spero sia Rocket.
Rocket e Quill.
Ok, dati i miei two cents, tiriamo le somme: è un film che consiglio, che amo, che porterò nel cuore per sempre col voto di 8.
Guardatelo e ridete, perchè ridere fa bene, da soli o in compagnia.

Annunci

2 thoughts on “Guardiani della Galassia vol.2 (Spoiler alert)

    1. Davvero grazie mille per essere passata e aver letto anche questa recensione, spero continuerai a leggere il blog perchè sei davvero super dolce ❤ e gentile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...