recensioni

La Mummia (quella con le tette)

the-mummy-2017-1A parte gli scherzi, oggi sono andata a vedere La Mummia e vi avevo promesso Nerve, ma siccome mio padre voleva un film leggero, perchè no, mi son detta, non si può vivere di solo cardiopalma e mi son tuffata di testa in uno dei miei universi preferiti: la mitologia egizia.
Nick è un soldato che defrauda tombe e reperti in Iraq, ma durante una ricognizione finita male, troverà la tomba della bellissima principessa Ahmanet, spietata e ambiziosa quanto affascinante e autodistruttiva.
Da qui cominciano i problemi che si concluderanno con qualche difficoltà e ossa rotte per Nick: Ahmanet si risveglia e vuole riportare nel mondo il male assoluto,ovvero Seth, dio della morte, dei malefici, del male genericamente nel pantheon dei faraoni e per farlo serve un contenitore che lo ospiti nel mondo.
Cruise, sì.
Con mia grande sorpresa ho dovuto ammettere che il film è stato divertente, in grado di intrattenermi senza grossi cali di tensione emotiva e nemmeno stop di  natura tecnica,almeno nel secondo tempo.
Il grosso primo difetto del film è che l’attrice bionda (Annabelle Wallis)  non sa assolutamente recitare: qualcuno dice che Cruise è fatto di plastica, ma lei  è completamente ingessata su due espressioni facciali,monocorde nel dire qualsiasi cosa e sempre con gli occhi spalancati da pesce lessato -male- in padella.
Il secondo grande difetto della pellicola risiede nel doppiaggio di alcuni personaggi: il primo personaggio doppiato male, però è quello di Crowe, grande attore che interpreta un Jekyll dalle grandi potenzialità sullo schermo, ma ha una voce che non c’entra assolutamente nulla con lui, forse perchè regolata malissimo come audio -e in parte è un problema del cinema, che aveva a volume eccessivo perfino la pubblicità-.
Come rielaborazione della saga precedente a cui fa riferimento trovo sia un ottimo inizio e ha dato spazio a una buona colonna sonora, degli effetti speciali usati tutto sommato in modo intelligente nonostante la trama in alcuni punti stiracchiata, come il fatto che Ahmanet abbia avuto ottomila occasioni per uccidere Jenny e non lo abbia mai fatto e un Cruise che funziona forse perchè parla meno del solito.
Mi sono piaciute le scelte narrative adottate: Nick che entra nel nucleo dei villain dalla doppia personalità accogliendo in sè il dio del male, Jekyll che dà inizio a una associazione di mostri per combatterei mostri più grossi e cattivi che eventualmente arriveranno, Nick che nonostante tutto crea un legame sentimentale credibile agli occhi dello spettatore con Ahmanet, per cui prova pietà, compassione e poi la distrugge,abbandona Jenny per amore.
L’eliminare la classica distinzione fra bianco e nero è un’ottima strategia per intrigate gli spettatori, allontanare un rischio di prevedibilità sempre presente sulla pellicola, l’avere una attrice decisamente potente quale la Boutella, contribuisce a far sentire la radicale profondità del personaggio -quasi una Cersei Lannister- e la sua fragile tragedia che l’ha condotta alla folle scelta di perseguire il male,creando per sempre un legame con Cruise e il suo pg.
Sono contenta di averlo visto e sì, vi consiglio di dargli uno sguardo perchè è un ottimo inizio della serie del Dark Universe, a mio parere e promette di dar voce a molto humor e molto goth con relativo lato stranamente sentimentale! Dategli una chance senza aspettarvi più di quel che vi aspettereste da qualsiasi film della Mummia, anche se pare questo attinga direttamente da un film dei primi degli anni 30.
I difetti principali li ho trovati nella recitazione della Wallis, che è piatta come una tavola da surf nell’interpretare un personaggio, alcuni momenti della recitazione di Cruise e la previdibilità.
Voto:6,5.
Vorrei lanciare un messaggio: more Sofia Boutella, please.

 

Annunci

2 thoughts on “La Mummia (quella con le tette)

  1. Ma infatti questo non è neanche un brutto film, dovendo dirla tutta! Non capisco perchè alla gente sia spiaciuto: c’è tanta azione, molto goth, mitologia, donne sexy, vampiri, gente che recita peggio di Cruise, una mummia, il sorgere del male assoluto e i mostri… cosa cacchio vogliono ancora?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...